Notice: Undefined index: Operating System in /home/mcirgplg/public_html/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
Singolo evento | Antifascisti combattenti e volontari della Guerra di Spagna

Battaglia di Monte Pelato

Data di inizio: 28 Aug 1936
Data di fine: 28 Aug 1936
Periodo storico: Guerra di Spagna

Considerato il primo combattimento di una formazione di volontari antifascisti italiani nella guerra di Spagna - la Sezione italiana della Colonna Ascaso -, la battaglia si svolge in una località  nei pressi di Vicién. Viene battezzata da Carlo Rosselli, uno dei fondatori della stessa Sezione italiana, "Monte Pelato", in quanto quel luogo gli ricorda un'altura dell'isola di Lipari dov'è stato confinato, anche se esiste una versione che associa il nome a Mario Angeloni, un altro dei fondatori della formazione. La battaglia ha inizio all'alba del 28 con l'attacco dei miliziani sferrato dai fascisti e le forze risultano fin da subito sbilanciate:da un lato in circa 130 italiani, dall'altro i circa 700 fascisti. Nella manovra di accerchiamento delle forze antifasciste, lo stesso Angeloni resta ferito a morte da una raffica di mitragliatrice - morirà  nel vicino ospedale da campo. I volontari della Sezione italiana hanno però la copertura di tre aeroplani che bombardano il nemico e lo costringono a ripiegare. L'assalto dura più di tre ore, alla fine delle quali gli assalitori fascisti lasciano sul campo un centinaio circa di morti ma anche munizioni e un blindato. I caduti dal lato dei volontari antifascisti italiani sono sette: Mario Angeloni, appunto; Michele Centrone, Giuseppe Zuddas, Vincenzo Perrone, Attilio Papparotto, Andrea Colliva, Fosco Falaschi, un triste spettro completa della diversità  di orientamenti politici presenti nella prima formazione italiana di combattenti antifascisti di Spagna (anarchici, giellisti, repubblicani e comunisti).


LEGATE A QUESTO EVENTO

Persone
Fotografie
Luoghi
AVVERTENZA: I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati in ottemperanza alla nuova GDPR (General Data Protection Regulation, che dal 25 maggio 2018 sostituisce il d. lgs. 196/03).
Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o la cancellazione, scrivendo all’indirizzo redazione_insmli@insmli.it.
La compilazione e l'invio del modulo (form) soprastante presuppone da parte vostra un consenso al trattamento dei dati nel modo appena espresso e in conformità con la nostra privacy policy