Notice: Undefined index: Operating System in /home/mcirgplg/public_html/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
Singolo ente | Antifascisti combattenti e volontari della Guerra di Spagna

Campo di concentramento di Renicci d'Anghiari

Descrizione: Situato nella località  di Motina, appena fuori l'abitato di Anghiari (AR), nella Valtiberina, questo campo di internamento fascista viene aperto nell'ottobre 1942, funzionando come campo di concentramento fin dal novembre dello stesso anno. Vi vengono rinchiusi prevalentemente detenuti slavi (ca. 5.000), in massima parte rastrellati nella provincia di Lubiana e nella Dalmazia. Si tratta di un grosso campo, recintato col filo spinato e controllato da torrette di sorveglianza, suddiviso in tre settori distinti, separati gli uni dagli altri da reti metalliche: due sezioni destinate agli slavi, la terza per gli italiani. La guarnigione di guardia è composta da circa 500 armati comandati dal tenente colonnello di fanteria Giuseppe Pistone, coadiuvato dal comandante dei carabinieri Tronci. Alla fine di agosto 1943 arrivano, provenienti principalmente da Ventotene, un centinaio di confinati, in gran parte comunisti e anarchici che il governo di Badoglio non procede a liberare come decide di fare con gli altri antifascisti sottoposti al regime di confino. Il 14 settembre, dopo l'abbandono delle guarnigioni e compreso il rischio dell'avvicinamento dei nazisti, gli internati fuggono. Alcuni vengono nascosti e ospitati in case e fattorie nell'intorno, la maggior parte entra a far parte delle formazioni partigiane in via di organizzazione e partecipano alla Resistenza. Malgrado i pochi mesi di esistenza, il campo registra una mortalità  molto alta fra gli internati: centinaia di slavi vengono sepolti nel cimitero di Micciano d'Anghiari, presto insufficiente a contenere tanti corpi i quali iniziano ad essere inumati nel più esteso cimitero di Anghiari. Fonte: L' altra Italia : carceri, colonie di confino, campi di concentramento durante il ventennio fascista / Luciano Previato ; prefazione di Arrigo Boldrini. - Bologna : Edizione della Presidenza del consiglio regionale dell'Emilia-Romagna, 1995. - 204 p. : ill. ; 24 cm. - In testa al front.: Il principio della libertà , Comitato regionale per le celebrazioni del 50° anniversario della resistenza e della liberazione, Emilia-Romagna, pp.109-111.

Luogo: Anghiari
Data fondazione (precisa): 10-10-1942
Data soppressione (precisa): 14-09-1943
Tipologia: Campo di concentramento
PERSONE LEGATE ALL’ENTE

PRIGIONIA
FOTO, EVENTI, LUOGHI LEGATI ALL’ENTE

Fotografie
Eventi
    Luoghi
    AVVERTENZA: I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati in ottemperanza alla nuova GDPR (General Data Protection Regulation, che dal 25 maggio 2018 sostituisce il d. lgs. 196/03).
    Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o la cancellazione, scrivendo all’indirizzo redazione_insmli@insmli.it.
    La compilazione e l'invio del modulo (form) soprastante presuppone da parte vostra un consenso al trattamento dei dati nel modo appena espresso e in conformità con la nostra privacy policy