Notice: Undefined index: Operating System in /home/mcirgplg/public_html/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
Singolo ente | Antifascisti combattenti e volontari della Guerra di Spagna

Ospedale degli Incurabili di Napoli

Descrizione: L'Ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili viene fondato nel 1520 ad opera di Maria Lorenza Longo che poi spende tutta la sua vita nell'assistenza ai malati. Vengono affittati due magazzini nelle vicinanze del San Nicola e dall'estate del 1518 già  vi si raccolgono i primi malati mentre il notaio genovese Vernazza, insieme all'Ufficialità  di Napoli, ottiene dal papa Leone X il breve “Nuper pro parte vestra" dell’11 marzo 1519 insieme ai privilegi già  concessi all'ospedale San Giacomo di Roma. Il notaio genovese coadiuva la signora Longo finché l’ospedale non si avvia a funzionare, poi si allontana furtivamente da Napoli. Da quel momento, Maria Lorenza Longo, anche assistita dalla Compagnia dei Bianchi, resta la protagonista della nuova opera. L’ospizio presso i magazzini ha vita fino al 1522, quando viene aperto il nuovo grande ospedale sull'altura di S.Agnello, il sito più ameno della città  antica perché il più elevato e soleggiato. La domenica 23 marzo 1522 gli ospiti del vecchio ospedale sulle carrette vengono trasferiti al nuovo Incurabili. Sono presenti il viceré Cardona e il Consiglio Collaterale della città  di Napoli. L'ospedale ha tradizioni di alto livello in ambiti diversi: religioso, ben 33 persone che hanno lavorato nell'Ospedale sono state santificate (ultimo, in ordine di tempo, S.Giuseppe Moscati, direttore della Medicina nei primi anni del 1900); didattico, la facoltà  dell'ospedale rilasciava i certificati necessari per l'ammissione all'esame finale della Laurea in Medicina; nell'ospedale è nata, inoltre, la Scuola Medica Napoletana; politico-sociale, Domenico Cirillo, titolare della cattedra di Medicina teorica e successivamente di quella di Medicina pratica, presta, sin dal 1777, la sua opera presso l'ospedale, poi per la sua fama e per le numerose pubblicazioni scientifiche diventa medico della famiglia reale, ma ciò non gli impedisce di partecipare alla breve utopia della Repubblica partenopea del 1799 al pari di Eleonora Pimentel de Fonseca, Mario Pagano, Francesco Caracciolo, Gennaro Serra di Cassano, Mario Pignatelli ed altri patrioti. Alla caduta della repubblica viene giustiziato il 29 ottobre 1799 in Piazza Mercato avendo rifiutato la grazia. Nel corso dell'insurrezione delle Quattro giornate di Napoli del settembre 1943 il personale sanitario degli Incurabili cura i feriti, nascondendoli, a repentaglio della propria vita, ai rastrellamenti delle truppe tedesche. Il terremoto del 1980 determina un declino dell'ospedale, che però negli ultimi anni è in fase di grande recupero, con l'ambizione di divenire un punto di riferimento fondamentale per l'assistenza medica nel Centro Antico di Napoli. Fonte: https://ospedaleincurabili.jimdo.com/la-storia-dell-ospedale/

Luogo: Napoli
Data di fondazione: 1520
Tipologia: Ospedale
PERSONE LEGATE ALL’ENTE

APPARTENENZA GENERICA
FOTO, EVENTI, LUOGHI LEGATI ALL’ENTE

Fotografie
Eventi
    Luoghi
    AVVERTENZA: I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati in ottemperanza alla nuova GDPR (General Data Protection Regulation, che dal 25 maggio 2018 sostituisce il d. lgs. 196/03).
    Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o la cancellazione, scrivendo all’indirizzo redazione_insmli@insmli.it.
    La compilazione e l'invio del modulo (form) soprastante presuppone da parte vostra un consenso al trattamento dei dati nel modo appena espresso e in conformità con la nostra privacy policy